Settembre 26, 2021

La Pausa Info

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su La Pausa Info

SailGP in testa alla classifica della stagione spagnola dopo la drammatica seconda giornata in Italia

SailGP in testa alla classifica della stagione spagnola dopo la drammatica seconda giornata in Italia

Presentato da Richard Gladwell, Sail-World.com/nz 6 giu 14:50 PST
7 giugno 2021

Il team Japan SailGP, guidato da Nathan Outerridge, festeggia con il suo catamarano F50 i vincitori dell’ultima gara del giorno 2 della stagione 2 di Italy SailGP, Toronto, Italia. 06 giugno. © Bob Martin / SeilGP

Per il secondo giorno consecutivo il Japan SailGP ha continuato a dominare la gara italiana del SailGP, vincendo la seconda gara della giornata e poi conquistando la finale in una giornata giocosa.

A causa del conflitto con gli Stati Uniti, alle Bermuda, il secondo giorno del primo round della stagione 2, la squadra giapponese si trova solo al terzo posto nella classifica della stagione, un record di due giorni e sei regate che ha insegnato alla Marina a navigare lezione in due diverse condizioni. Il sito è Toronto, un antico porto alle calcagna dell’Italia meridionale, la cui storia più antica fu fondata come colonia greca nel 706 a.C.

Gara 4:

Con l’equipaggio completo dei primi cinque velisti in tutte e tre le regate della giornata, inizialmente si trovava a 8,5 km da SSW. Il peso corporeo extra non ha fatto molta differenza per le prestazioni del foil, tranne che la brezza è scesa a 4 km durante la corsa. La chiave è ottenere la pellicola e quindi soffiare nell’aria l’aumento della pressione dell’aria apparente.

NZSailGP, insieme al timoniere medievale Arnaud Sarofakis (SUI) del circuito GC32, si è allontanato dalla partenza veloce di Gara 4, lasciando di fatto il gruppo in ascesa.

Jimmy Spittle e Nathan Outridge all’USASLGP, con l’eccezione del JapaneseSilGP, sono stati entrambi coinvolti su gambe ariose con i kiwi – e ognuno ha avuto una scena che porta a una flotta di otto barche. Ma nonostante solo il 50% del tempo di volo, Sarofakis ha recuperato e con l’aiuto di una brezza fresca Amogura ha fallito nell’ultima tappa e ha ottenuto una vittoria confortevole. La vela sputata per gli Stati Uniti ha conquistato il secondo posto con una corsa simile con il vento nelle ultime due tappe. Il Giappone era al terzo posto dopo essere stato inizialmente sepolto.

READ  Bonochi Brands Italia - Spagna "Il gioco più difficile che abbia mai giocato"

Bill Robertson ha aperto le porte allo Spaniel per diventare il terzo finalista dei kiwi, finendo secondo in Gara 5, aiutando a sollevare i kiwi al terzo posto con 19 libbre pari alla Spagna.

Gara 5:

Dopo aver inizialmente bloccato Phil Robertson di Nathan Outridge, i kiwi sono arrivati ​​terzi in finale a Kit Kid, costringendo il team SpinoSilGP a ventilare a 360 gradi sulla linea di partenza. . Jimmy Spittle in USACILGP è stato sollecitato dagli arbitri per un inizio anticipato, un gruppo di teste all’estremità della leva della linea, e ha dovuto ritirarsi dietro il Giappone. Tom Slingsby ha operato una benda per prendere una delle quattro barche sullo specchio di poppa all’estremità sopravvento della linea, ad eccezione dell’AustralianSiljip, ed è stato in grado di navigare la boa con la linea foil, l’alta velocità e il vento pulito. 1.

Nel frattempo, Sarofakis ha portato i kiwi al terzo posto intorno alla boa 1 e, nonostante un fallimento all’inizio della tappa 3, ha fermato la tappa 3 all’intervallo.

Ma la maggior parte dell’incontro di Port e Starford con gli inglesi è andato contro i kiwi. Per regolare la loro sentenza, gli arbitri hanno dovuto ritirarsi dietro gli inglesi che stavano andando a Kiwis Starboard. I kiwi sembravano ignari della chiamata di rigore perché il cross non era nemmeno vicino, ma nell’approccio finale all’incontro con i britannici i kiwi hanno continuato a dirigersi verso la corsia di destra, guadagnando un passaggio e viaggiando ad alta pressione. Quando Saropakis finì, ormai era troppo lontano per trovare gli inglesi. Prima di essere multati, i kiwi avevano 5 punti di vantaggio sulla Spagna, abbastanza per finalizzare tre barche e garantire il terzo posto per l’evento.

Non appena i britannici Transmo (la Francia si è messa in fila dietro di loro) sono stati presi di mira, l’arbitro della cabina ha assegnato ai kiwi una seconda penalità, ora a 100 metri davanti ai britannici e alla Francia sul lato opposto del curriculum. Durante il viaggio su una barca Mark 3 nei venti turbolenti di Danimarca, Gran Bretagna e Francia, il piano di gioco del kiwi è completamente crollato. Quando i rivali della Spagna si sono imbarcati sulla barca Port Dock e Giveaway a Mark 3, i kiwi hanno lasciato il gancio facendo a Robertson una bassa velocità nel cerchio di rotonda, e in meno di un minuto i kiwi hanno abbandonato tutte e tre le barche, inclusa la Spagna, e hanno rinunciato al loro posto in finale.

READ  Il designer filippino porta lo spirito "Payanihon" in Europa

Quando erano 25 metri davanti al GPR la doppia penalità e la fine intorno al Mark 4 invece di fare il segno del cancello opposto attorno a un orso era l’ultimo chiodo nella bara dei Kiwi, diffondendosi attraverso il fioretto della gamba 4 come il il resto della flotta è caduto.

Nathan Outridge ha ottenuto il secondo posto verso la parte superiore della tappa 3, e non appena la tappa 4 è iniziata il suo compagno di squadra Tom Slingsby (Australia) ha scelto il lato destro del percorso Slingsby, mentre gli altri (escluse la Nuova Zelanda e la Danimarca) sono andate a sinistra. Gli Stati Uniti non si sono mai ripresi dalla formazione di partenza per finire ottavi, secondi solo ai kiwi a 200 metri di distanza. Tuttavia, con le finali già prenotate dal primo giorno, l’esito della quinta prova non ha avuto il minimo impatto sulla sesta e ultima gara per gli Stati Uniti.

Alla fine della gara, il Giappone ha avuto un vantaggio significativo sull’Australia, finendo settimo con i kiwi e quarto fuori regata dopo aver confermato di poter fare una comoda differenza nel quarto posto della tappa.

Finale:

Tra le regate, come accaduto il primo giorno, c’era la richiesta di ridurre a tre l’ultima regata navale completa, con lo stesso equipaggio che si avvicinava al peso e i pesi correttivi venivano cambiati per garantire che le barche navigassero verso destra . Momento possibile.

La finale è stata tra Spagna, Stati Uniti e Giappone. Jimmy Spittle (USA) ha portato la sua Hult F50 blu in una posizione di comando prima del Giappone. Robertson (SpainSilGP) era davanti al segnale di partenza e ha ricevuto un riepilogo delle penalità per la partenza anticipata.

READ  Questo nuovo resort per famiglie si affaccia su una delle spiagge e delle riserve oceaniche più belle d'Italia

Spittle ha preso il comando nella prima manche, ma è uscito dal fioretto dopo essere andato a sinistra all’inizio della tappa 3, e ha perso leggermente il vento in un punto cruciale in un pareggio di confine. La mano destra esterna ruotava intorno al segno della bocca, uscendo brevemente dalle membrane, ma si riprese in una brezza leggermente rinfrescante. Tuttavia, Robertson ha fatto un tentativo secco sul Mark 2 e si è diretto verso una pressione extra sulla destra, viaggiando una volta in più rispetto alla velocità degli altri due, ma è stato spinto al terzo posto dopo aver attraversato la lay-line del braccio sinistro.

Spit ha raggiunto un vantaggio di 200 metri e sembrava tenere la gara sotto controllo.

La gara per Spitfire e la squadra americana nella parte inferiore della gamba 4 è giunta a una fine sfortunata poiché avevano una buona velocità intorno al cancello del braccio sinistro, ma quando sono usciti dal cerchio di boa, la F50 si è sviluppata e si è fermata prima di schiantarsi di nuovo. Il motivo era che poi colpire un oggetto in acqua, rompendo un timone, è stata una decisione straziante per la squadra americana. Questo è il secondo di una serie di gravi problemi di danni che hanno afflitto gli americani, riflettendo il loro equivalente della scorsa stagione nella classifica della stagione 2.

È arrivato primo e secondo, rispettivamente a 130 metri dal Giappone e dalla Spagna, e ha spinto la Spagna in vetta alla classifica, con il Giappone che è arrivato terzo.


Serie 2 – Toronto

Giappone 10pt
Spagna 9pt
USA 8pt
Nuova Zelanda 7pt
Danimarca 6pt
Gran Bretagna 5pt
Francia 4pt
Australia 3pt

Punti stagionali:

Spagna 16pt
Gran Bretagna 15pt
Giappone 14pt
Nuova Zelanda 13pt
Francia 12pt
Australia 12pt
USA 11pt
Danimarca 11pt