Settembre 26, 2021

La Pausa Info

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su La Pausa Info

Le varietà Delta e Kappa sono aumentate in quasi il 17% dei casi in Italia, secondo l’agenzia sanitaria

24 aprile 2021 La gente cammina per via Del Corso a Roma, in Italia, in mezzo a un’epidemia di infezione da virus corona (COVID-19). REUTERS / Remo Casilli

MILANO, 25 giugno (Reuters) – I virus corona Delta e Kappa sono aumentati in Italia nell’ultimo mese, rappresentando quasi il 17% di tutti i casi Govt-19, secondo il National Institutes of Health (IHS).

La variante delta, scoperta per la prima volta in India, è dominante.

“I casi di tipo Kappa e Delta… sono passati dal 4,2% di maggio al 16,8% di giugno”, ha affermato la società in un comunicato stampa il 21 giugno.

“La nostra sorveglianza epidemiologica mostra un quadro in rapida crescita, che conferma che la variante delta del virus domina il nostro Paese e altre parti d’Europa”, ha affermato Anna Teresa Palamara, direttrice del Dipartimento di malattie infettive dell’ISS.

La variante del virus alfa corona è la più diffusa in Italia, rappresentando il 74,9% dei casi, ha affermato la società.

L’Italia ha registrato 127.380 decessi legati al COVID-19 dalla sua uscita nel febbraio dello scorso anno, il secondo più alto in Europa dopo la Gran Bretagna e l’ottavo più alto nel mondo. Ad oggi, nel Paese sono stati segnalati 4,26 milioni di casi.

I casi di corona virus sono in costante calo da diverse settimane. Il ministero della Salute ha dichiarato che il numero di nuovi contagi giornalieri è sceso da 951 di giovedì a 927, mentre il numero di decessi legati al coronavirus è stato di 28 contro i 30 del giorno precedente. leggi di più

(Questa storia corregge il titolo, il primo paragrafo che mostra la variazione kappa non è un sottoinsieme del delta)

READ  La conquista dell'Italia guarisce l'anima di una nazione schiacciata dal Govt

Reportage di Emilio Barodi, scritto da Maria Pia Quaclia; Montaggio di Angus Maxwan

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.