Settembre 24, 2021

La Pausa Info

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su La Pausa Info

Il traduttore afgano è al sicuro in Italia, preoccupato per la famiglia che ha lasciato

AVEZZANO, Italia (AP) – Un traduttore di 39 anni per l’esercito italiano e l’ambasciata in Afghanistan si è detto sollevato di essere al sicuro in Italia ma preoccupato per la moglie ei quattro figli piccoli a Kabul.

Ha detto di aver visto combattenti talebani riferirsi a X nelle case di persone come lui che avevano servito con le forze occidentali durante la guerra dei 20 anni in Afghanistan prima di lasciare la capitale afgana.

“Torneranno il giorno dopo e lo porteranno in prigione o lo uccideranno”, ha detto alla Refugee Associated Press. Ha chiesto che la sua identità e la sua immagine siano trattenute per la sicurezza sua e della sua famiglia.

Era uno dei 4.890 cittadini afgani portati in Italia dopo che i talebani avevano rivendicato il controllo di Kabul. Ha iniziato un volo straordinario per evacuare civili e alleati locali il 15 agosto prima che le ultime truppe statunitensi partissero entro la scadenza di martedì. Secondo il ministro degli Esteri italiano Luigi de Mayo, l’Italia è tra gli afgani più espulsi in qualsiasi paese dell’UE.

Lavorando come traduttore italiano, ha osservato un isolamento Covit-19 di 10 giorni in una tendopoli allestita in 48 ore sugli Appennini dell’Abruzzo centrale, aprendo la strada a più di 1.300 nuovi arrivi. Saranno vaccinati nel campo e trasferiti da lì in altri luoghi per perseguire le richieste formali per lo status di rifugiato.

Si conclude venerdì il campo, ospitato congiuntamente dalla Protezione civile italiana e dalla Croce Rossa. Martedì, l’Associated Press ha visto alcuni ragazzi giocare a calcio e ragazze giocare con i giocattoli.

C’era una volta un traduttore dell’esercito e della diplomazia non poteva fare a meno di pensare alle sue tre figlie di 10, 7 e 3 anni, a suo figlio di 2 anni ea sua moglie senza di lui. Non c’era speranza di espellerli dal caos di Kabul la scorsa settimana, ha detto.

READ  Italia 2022: si conclude l'Eurovision Host City Race...

“Sono triste e preoccupato per questo. Sono il capofamiglia e l’unica persona che ha lavorato in famiglia”, ha detto. “Non hanno un posto dove nascondersi. Vivevamo nel centro di Kabul. Questo è pericoloso per loro. Sono arrivato sette giorni fa e non ho chiesto come fossero né dove fossero.

Ha pubblicato un video sulla pagina Facebook di qualcun altro e spera che la sua famiglia lo veda per caso.

“Spero di stare bene. Sono in Italia”, ha detto. “Ho chiesto se stavano bene e spero che rispondano anche loro”.

È certo che non potrà restare in Afghanistan.

“Non ho fiducia … il rischio è al 100% perché ho lavorato con i militari italiani. Questo è qualcosa che non vogliono”, ha detto.

___

Segui tutta la copertura AP dell’Afghanistan https://apnews.com/hub/afghanistan