Consigli trading Forex euro dollaro: ecco gli scenari possibili in primavera

Written by | Borsa

Ecco le previsioni e i nostri consigli trading Forex euro dollaro in relazione anche ai prossimi eventi attesi che potrebbero stravolgerne le dinamiche.

Di ottimi consigli trading Forex euro dollaro ne è piena la rete, ma non sempre poi l’andamento del rapporto della valuta europea rispetto al biglietto verde rispecchia fedelmente le opinioni degli analisti, che spesso si rivelano un buco nell’acqua. Usa ed Europa. Il trend di deprezzamento dell’Euro rispetto alla moneta americana sembra ormai inarrestabile. Dopo essere scivolato sotto la soglia di 1,056 adesso la sensazione che gli analisti paventano è che entro la fine dell’anno si arriverà perfino alla parità tra le due monete.

L’elezione di Trump alla Casa Bianca è stato un fattore determinante che sta sconvolgendo le relazioni commerciali tra Usa e Vecchio Continente e potrebbe determinare una svolta epocale dopo la minaccia giunta dalla Casa Bianca dell’imposizione di dazi sui prodotti provenienti dai paesi esteri. La politica di Trump è mirata a tagliare di netto il prelievo fiscale sulle imprese sostenendo l’inflazione e la crescita. L’Europa è invece ancora preda dei fantasmi del ‘presente’ anche a causa dei timori degli euroscettici che potrebbero condizionare le imminenti elezioni in Francia.

La Brexit ha già dato un colpo mortale alla moneta unica, generando una sorta di euroscetticismo dilagante che sta minando il percorso di crescita imposto dalle politiche espansive della Bce. Nel darvi dei consigli trading Forex euro dollaro non potremo di certo nascondere il fatto che per il 2017 la nostra moneta continuerà a rimanere sostanzialmente debole. Il rischio è che quando la Bce deciderà di porre fine al QE, l’economia europea potrebbe subire un tracollo ulteriore favorendo addirittura il clamoroso sorpasso del biglietto verde.

Ma non vanno dimenticate le incognite sul cambio euro dollaro che pesano sulle misure di spesa previste da Trump che potrebbero far crescere il debito americano, determinando una inversione di tendenza. Il nostro consiglio è sempre quello di muoversi con cautela, ponderando costantemente le mosse che giungono dalla Casa Bianca e soprattutto da Francoforte. Sono imminenti gli annunci di Draghi per rilanciare l’economia del Vecchio Continente e non è detto che la reazione dei mercati, in un senso o nell’altro, non possano essere immediate e impattanti.

Last modified: 13/04/2017