Comparatori di polizze: i numeri sconvolgenti di un mercato in forte crescita

Written by | Assicurazioni

Ecco i dati del boom dei comparatori di polizze e degli aggregatori online, sempre più utilizzati per un risparmio sicuro.

I comparatori di polizze sono ormai diventati uno strumento necessario per i consumatori al fine di poter risparmiare qualche euro al momento della sottoscrizione di un contratto. Comparare le tariffe delle assicurazioni è ormai diventato un ‘mantra’ tra gli utenti del web, una sorta di rivoluzione che sta imponendo ai vari soggetti del mercato di rendere maggiormente fruibili le proprie proposte in rete. Lo stesso avviene per l’apertura di un conto corrente o per effettuare un prestito.

Basta la compilazione di un form con tutti i dati e i criteri di ricerca della migliore offerta e il gioco è fatto in pochissimi secondi. Con pochi click, l’utente può sapere quale istituto bancario o società di credito offre il prestito più conveniente con una opportuna comparazione di taeg, tan e spese accessorie. Con pochi click si potrà scoprire quale banca, in quel dettagliato momento, offre i costi minori per l’apertura di un conto corrente bancario. Ma non solo.

I comparatori di polizze e offerte ci offrono anche la possibilità di poter scegliere il nostro pacchetto vacanze last minute, il volo low cost, l’agriturismo o il ristorante più a buon mercato per poterci svagare senza svenarci. In una indagine del 2014, la Commissione Europea ha stimato che in Europa i comparatori di polizze e offerte varie sono oltre 900, dei quali l’84% è gestito da privati. Si stima che il circa il 40% degli utenti sul web, utilizza almeno una volta al mese questi fondamentali strumenti per proteggere i propri soldi, aderendo alle offerte più economiche presenti sulla rete.

Solo nel 2013, hanno usato i comparatori di polizze per l’Rc auto, ben 13 milioni di persone, mentre i contratti stipulati in rete sono solo 550. Un segno tangibile del fatto che i consumatori si rivolgono alla rete solo per consultare le offerte ma poi stipulano le polizze solo all’interno delle agenzie.

Last modified: 04/04/2017